La Tua Multiproprietà
in un leggendario Grand Hotel
Hotel con Vista Panoramica
in un leggendario Grand Hotel
Vacanze a quattro Stelle ****
in un leggendario Grand Hotel

Grand Hotel Misurina

 

La tua Multiproprietà a Misurina la Perla delle Dolomiti a due passi da Cortina D'Ampezzo


Le tue vacanze in un leggendario Grand Hotel

Un sogno finalmente si avvera: il leggendario Grand Hotel Misurina diventa un prestigioso residence in multiproprietà, dove vivere vacanze esclusive, in uno dei luoghi più belli del mondo. Sulle rive del lago di Misurina, vera gemma delle Dolomiti, a due passi da Cortina d’Ampezzo. Qui sorge il Grand Hotel Misurina, in questa valle solare, piena di verde, di vita, e di tradizioni. Misurina ha una storia illustre, che risale alla metà dell'800, quando venne “scoperta” da viaggiatori inglesi e tedeschi. Il Grand Hotel Misurina nacque negli ultimi anni di quel secolo, meritandosi in poco tempo la fame internazionale di stazione sciistica elegante e mondana. Una fama che sta riconquistando grazie a un accurato restauro e una impegnativa rivalutazione architettonica.

 

Una meta ideale per le tue vacanze estive e invernali

Il Grand Hotel Misurina sorge in riva a un lago incantevole, le cui acque cristalline fanno da specchio a un panorama che si offre in tutta la sua bellezza a chi soggiorna, delimitato da un lato dall'anfiteatro del Sorapiss e dall'altro dalle Tre Cime di Lavaredo. Tutt'intorno, magiche visioni di celebre montagne, che formano una delle più solenni conche di tutto l'arco alpino: il monte Piana, i Cadini di Misurina, il Piz Popena, il Cristallino, le Marmarole. Una flora rigogliosa, formata da boschi di pini, abeti, larici, fa da cornice al laghetto, che d'estate ha una temperatura mite e d'inverno si ricopre di ghiaccio. Questo consente di praticare attività sportive come il pattinaggio e spettacolari come il torneo di polo organizzato annualmente dai comuni di Cortina e Auronzo.

 

L'emozione della pesca sul lago e di passeggiate in boschi e sentieri silenziosi

La vacanza in estate, al Grand Hotel Misurina, è sostare sul grazioso lido con sedie a sdraio e ombrelloni, fare es­cur­sioni, cimentarsi nel trekking (emozionante è il percorso delle Tre Cime di Lavaredo), respirare aria pura e fresca passeggiando tra i boschi o lungo i sentieri intorno al lago. Chi ama pescare, può farlo nel lago e in vicini torrenti e aspettare, tra lenze e mulinelli, una delle trote che ne abitano le limpide acque. Tra itinerari immersi nella quiete e rocce millenarie, è facile incontrare camosci, daini, cervi, scoiattoli, veder volare l'aquila e, sulle rive del lago, anatre selvatiche e germani reali. I vicini maneggi consentono di cavalcare per tragitti stupendi. Anche bambini e ragazzi trovano al grand Hotel Mi­s­urina la loro dimensione ideale, divertendosi tra i prati, in mountain-bike, in barca o in canoa sul lago o parte­cipando a escursioni guidate.

 

La neve immacolata che ammanta i declivi e le piste attrezzate, invita a sciare e a vivere vacanze d'incanto

Il Grand Hotel Misurina sorge a m.1.756 sul livello del mare, in una zona con un ottimo e prolungato periodo di innevamento tra novembre e aprile, e splendide piste di discesa, da fondo e sci alpinismo. La vacanza d’inverno al Grand Hotel Misurina è sciare tra le celeberrime vette, utilizzando i 58 impianti di risalita di Auronzo-Misurina con oltre 200 chilometri di piste, anche con innevamento programmato, che fanno parte del più grande e famoso circuito sciistico del mondo, il Dolomiti Superski: ben 450 impianti di risalita tra funivie, seggiovie e skilift per un totale di 1.100 piste servite. Uno speciale skipass unificato rende agevole l’accesso a questo percorso eccezionale, che interessa ben 40 località turistiche. Al Grand Hotel gli appassionati trovano tutta l’assistenza e le attrezzature per lo sci e, a pochi passi, gli impianti di risalita di Misurina.


 

Il mito di Misurina nasce dalla leggenda del re Sorapiss che, per donare uno specchio alla bellissima figlia Misurina, fu costretto a trasformarsi in montagna. Le lacrime della giovane, commossa dal sacrificio del padre, diedero origine al lago, nel quale il monte Sorapiss si specchia.